Esordio italiano a Orvieto per Jazzmeia Horn

In America la considerano il nuovo astro della vocalità jazz al femminile. Normale, dopo che Jazzmeia Horn ha vinto due anni fa la prestigiosa Thelonious  Monk Institute International Jazz Competition e ancora prima la Sarah Vaughan International Jazz Vocal Competition. Vale la pena sottolineare che l'ultima cantante, prima di lei, ad aver vinto il concorso intitolato a Monk era stata, nel 2010, Cecile  McLorin Salvant, oggi una star.

Jazzmeia (non è un nome d'arte, ed è facile pensare che una che si chiama così fosse una predestinata) è texana, nata a Dallas e cresciuta in un ambiente in cui il gospel era di casa. Fu però il jazz nella sua più pura tradizione, dalla stessa Vaughan a Betty Carter, ad intrigarla. Trasferitasi a New York, ha studiato alla New School for Jazz and Contemporary Music e nello stesso tempo ha cominciato a farsi conoscere cantando nei club. Social Call (un celebre tema di Gigi Gryce) è il titolo del suo disco di esordio per la Prestige.

Umbria Jazz Winter è il suo esordio italiano.